Benvenuto nel sito Darioweb
Vai ai contenuti

Scienza

Cultura
SCIENZA E FISICA
Clicca sulla miniatura per accedere alla singola scheda
Il Colore e' la percezione visiva delle varie radiazioni elettromagnetiche comprese nel cosiddetto spettro visibile.
Il Suono e' la sensazione data dalla vibrazione di un corpo in oscillazione. Tale vibrazione, che si propaga nell'aria o in un altro mezzo elastico, raggiunge l'apparato uditivo dell'orecchio che, tramite un complesso meccanismo interno, crea una "sensazione uditiva" correlata alla natura della vibrazione.
Il termine Luce e' riferito alla porzione dello spettro elettromagnetico visibile dall'occhio umano, compresa tra 400 e 700 nanometri di lunghezza d'onda, ossia tra 790 e 434 THz di frequenza.
La Fisica e' la scienza che studia i fenomeni naturali (a esclusione di quelli che comportano trasformazioni chimiche della materia e i processi biologici), al fine di descriverli misurandone le proprieta' (o grandezze) e stabilendo tra queste relazioni matematiche.
La Chimica e' la scienza fondamentale che studia la composizione della materia a livello subatomico, atomico e molecolare ed il suo comportamento in base a tale composizione, definita anche come "la scienza centrale" perche' connette le altre scienze naturali, come l'astronomia, la fisica, la biologia e la geologia.
Le Scienze della Terra sono quell'insieme di discipline che studiano la struttura interna, la morfologia superficiale e l'atmosfera che circonda il pianeta Terra e la sua evoluzione nel tempo.
La Geologia e' la disciplina delle scienze della Terra che studia i processi fisico-chimici che plasmano e trasformano nel tempo la Terra ed i corpi del Sistema Solare che presentano una superficie solida.
Le Forze Fondamentali della natura che sperimentiamo possono essere ridotte a quattro: la forza di Gravita', la forza debole, la forza elettromagnetica e la forza forte. Queste quattro forze regolano tutto quello che accade nel nostro universo.
La Tavola Periodica degli Elementi e' lo schema con cui sono ordinati gli elementi chimici sulla base del loro numero atomico e del numero di elettroni presenti negli orbitali atomici. E' la prima e piu' utilizzata versione di tavola periodica, ideata nel 1869 dal chimico russo Dmitrij Ivanovic Mendeleev e, in modo indipendente, dal chimico tedesco Julius Lothar Meyer; contava in principio numerosi spazi vuoti per gli elementi previsti dalla teoria, alcuni dei quali sarebbero stati scoperti solo nella seconda meta' del Novecento.
L'Atomo e' la struttura nella quale la materia e' organizzata in unita' fondamentali che costituiscono gli elementi chimici. Questi si aggregano normalmente in unita' stabili dette molecole che caratterizzano le sostanze chimiche. L'atomo e' formato da un nucleo centrale, in cui si concentra tutta la sua massa, e da una nuvola di elettroni, particelle leggerissime dotate di carica elettrica negativa che sono attratte dai protoni presenti nel nucleo, particelle dotate di carica positiva.
La Radioattivita', o decadimento radioattivo, e' un insieme di processi fisico-nucleari attraverso i quali alcuni nuclei atomici instabili o radioattivi (radionuclidi) decadono (trasmutano), in un certo lasso di tempo detto tempo di decadimento, in nuclei di energia inferiore, raggiungendo uno stato di maggiore stabilita' con emissione di radiazioni ionizzanti in accordo ai principi di conservazione della massa/energia e della quantita' di moto.
In fisica, una Particella Subatomica e' una particella di massa inferiore a quella di un atomo. Una particella subatomica puo' essere elementare, non costituita da altre particelle (ad esempio l'elettrone), o composta, cioe' fatta di altre particelle. La disciplina che studia questo tipo di particelle e' la fisica nucleare e in particolare la fisica delle particelle.
Il Bosone di Higgs ha dimensioni comprese fra 125 e 126 miliardi di elettronvolt. E' la particella che conferisce una massa a tutte le altre particelle, e quindi in qualche modo da' ad esse l'esistenza in quanto oggetti materiali. Questa e' la sua potenza «divina». E da qui il suo secondo nome: particella di Dio.
Il fondamento della Relativita' Generale e' l'assunto, noto come principio di equivalenza, che un'accelerazione sia indistinguibile localmente dagli effetti di un campo gravitazionale, e dunque che la massa inerziale sia uguale alla massa gravitazionale. Il primo principio di relativita' fu formulato da Galileo riguardo all'invarianza delle leggi della meccanica classica. Tale principio fu esteso da Einstein alle leggi dell'elettromagnetismo con la teoria della relativita' ristretta.
In fisica, l'Antimateria e' la materia costituita da antiparticelle, corrispondenti per massa alle particelle della materia ordinaria, ma aventi alcuni numeri quantici, come ad esempio la carica elettrica, di segno opposto. Quando una particella e un'antiparticella vengono a contatto si assiste al fenomeno dell'annichilazione, ovvero si ha la trasformazione della materia coinvolta in radiazione elettromagnetica sotto forma di fotoni ad alta energia (raggi gamma).
Se rilevate delle violazioni al copyright segnalate i files incriminati e verranno subito rimossi
Privacy Policy
Torna ai contenuti