BENVENUTO NEL SITO DARIOWEB
Benvenuto nel sito Darioweb
Vai ai contenuti

Uomini

Tempo libero

BARZELLETTE SUGLI UOMINI

Brevissimo corso maschilista su come si inviano i messaggi e-mail (e su come si selezionano i destinatari dalla rubrica).
In due versioni.
Per gli uomini:
1. Andare in Outlook/Netscape/Notes e fare clic su 'Nuovo messaggio'.
2. Scrivere il testo.
3. Fare clic sulla casella 'A' e selezionare i destinatari.
4. Fare clic sulla casella 'CC' e selezionare i destinatari in copia.
5. Fare clic su 'Invia'.
Per le donne:
1. Chiedere alla collega com'e' fatta l'icona di Outlook/Netscape/Notes.
2. Trovare la stessa icona sul desktop e fare doppio clic su di essa.
3. Rifare doppio clic, stavolta piu' veloce e vedrete che si apre.
4. Selezionare 'Nuovo messaggio'. In alto a sinistra, un po' piu' a sinistra, un po' piu' in alto, si eccolo.
5. Bastava un clic solo, stavolta, ma comunque si e' aperto un nuovo messaggio: chiudete il secondo che tanto non serve.
6. Iniziate scrivendo il testo del messaggio. E' come una macchina da scrivere, basta usare i tasti sulla tastiera.
7. Adesso riscrivetelo tutto anziche' nella casella dell'oggetto in quella piu' grande sottostante.
8. Mettete un oggetto significativo. No.

Sembra che in una scuola inglese sia successo quanto segue:
L'insegnante spiegava che in francese i sostantivi son divisi in'maschile' e 'femminile'. Stupito uno studente chiese:
- Di che genere e' il computer?
Non sapendolo, l'insegnante divise la classe in 2 gruppi, chiedendo loro di decidere. Un gruppo era composto da donne e l'altro da uomini.
Il gruppo di donne concluse che i computer sono maschi, perche':
1) Per poter avere la loro attenzione, devi accenderli.
2) Contengono molti dati, ma sono privi di intelligenza propria.
3) Dovrebbero essere li per risolvere i tuoi problemi, ma per meta' del tempo sono loro il problema.
4) Non appena te ne procuri uno, ti accorgi che, se avessi aspettato un po', avresti potuto averne uno migliore.
Gli uomini decisero che i computer appartengono al genere femminile
perche':
1) Nessun altro al di fuori del loro creatore capisce la loro logica
interna.
2) Il linguaggio di cui si servono per comunicare con gli altri computer e' incomprensibile a chiunque.
3) I tuoi errori anche minimi, sono immagazzinati nella memoria a
lungo-termine per essere usati piu' avanti.
4) Appena ne acquisti uno, ti ritrovi a spendere meta' del tuo conto in banca per accessori.

Due uomini si scontrano frontalmente in un centro commerciale.
- Mi scusi - dice uno.
- Scusi lei, - fa l'altro - ma dove sta andando in modo cosi trafelato?
- Guardi, sto cercando mia moglie.
- Non mi dica! Anch'io sto cercando la mia.
- Ma pensi, e com'e' sua moglie?
- Beh, mia moglie e' alta 1 metro e 75, capelli rossi a caschetto con le punte rivolte verso il viso, due gambe    perfette, un seno florido e alto, un sedere sodo. Ma, mi dica, e la sua com'e'?
- Lasci stare andiamo a cercare sua moglie!

Non avevo mai capito perche' i bisogni sessuali degli uomini e delle donne sono cosi differenti. Non avevo mai capito tutte quelle storie di Marte e Venere. E non avevo mai capito perche' gli uomini riflettessero con la testa e le donne con il cuore.
Una notte della settimana scorsa, mia moglie ed io ci siamo coricati, abbiamo cominciato a stuzzicarci sotto le coperte cominciando a palpeggiarci un po' ovunque.
Io ero gia' arrapatissimo e credevo fosse reciproco dato il carattere esplicitamente ose' delle nostre carezze…
Ma in quel preciso momento mi dice:
- Ascolta, ora non ho voglia di fare l'amore, ho soltanto voglia che tu mi stringa forte tra le tue braccia, mhm?
E ho detto:
- COSA?!?!?
Allora lei mi ha detto le parole magiche:
- Tu non sai entrare in connessione con i miei bisogni emotivi di donna.
Alla fine ho capitolato e, rassegnato, mi sono detto che quella notte non avrei scopato, cosi mi sono addormentato.
Il giorno seguente siamo andati a fare shopping al centro commerciale. Io la guardavo mentre provava 3 vestiti belli, ma molto cari. Siccome non riusciva a decidere, le ho detto di prenderli tutti e tre. Allora, tutta emozionata e motivata dalle mie parole comprensive mi ha detto che avrebbe avuto bisogno anche di un paio di scarpe con cui portarli, ma che costavano 400 euro, al che ho detto che mi sembrava giusto.
Dopo siamo passati dalla bijouteria, da dove e' uscita con dei braccialetti tempestati di diamanti.
Poverina, se l'aveste vista, era emozionatissima!
Penso che credesse che stavo impazzendo, ma, a dire il vero, non e' che se ne preoccupasse molto…
Credo mi stesse mettendo alla prova quando mi ha chiesto un carissimo vaso cinese per arredare la mensola del camino. Ma penso d'aver distrutto tutti i suoi schemi mentali quando le ho risposto ancora di si. A questo punto era quasi eccitata sessualmente, avreste dovuto vedere il suo viso!!! E' in quel momento che col suo piu' bel sorriso da quando siamo sposati mi ha detto:
- Andiamo a pagare alla cassa!
E' stato difficile trattenersi dal ridere quando le ho detto:
- No amore, credo che ora non ho voglia di comprare tutta questa roba!
Avreste dovuto vedere il suo viso, davvero, e' diventata molto pallida e lo e' restata quando ho aggiunto:
- Voglio soltanto che tu mi stringa fra le tue braccia.
E nel momento in cui il suo viso cominciava a riempirsi di collera ed odio, ho semplicemente aggiunto:
- Tu non sai entrare in connessione con i miei bisogni finanziari di uomo.
Credo che non trombero' prima della primavera del 2003.

Una casalinga confida all'amica incontrata al mercato le proprie frustrazioni: - Sai, con mio marito non e' che poi vada cosi male, ma lui e' sempre svogliato e soprattutto ormai non mi guarda quasi piu'. Figurati che quando torna a casa la sera, tutto quello che sa dirmi e': Aoh! Che se magna stasera?. - Sai, Piera, gli uomini sono tutti un po' uguali, cosi infantili e prevedibili. Anch'io avevo il tuo problema, ma sono riuscita a risolverlo in un modo semplicissimo. - Davvero, Fausta? Ma come? Dimmi tutto, che ci voglio provare anch'io! - Guarda, comprati un completino nero un po' aggressivo e soprattutto una mascherina nera! Gli apri la porta vestita cosi l'effetto e' assicurato! - Non mi dire! Basta cosi poco? Beh, provo tanto per quello che mi costa. Dopo una settimana, si rivedono al mercato: Allora, Piera, come e' andata? - Vuoi proprio saperlo? Beh, e' tornato, gli ho aperto la porta e lui, dopo avermi squadrata dall'alto verso il basso, mi fa: A Zorro che se magna stasera?

Le risorse proposte in questo sito sono state trovate nel web. Se rilevate delle violazioni segnalate i files incriminati e verranno subito rimossi.
Torna ai contenuti