BENVENUTO NEL SITO DARIOWEB
Benvenuto nel sito Darioweb
Vai ai contenuti

Giardinaggio

Tempo libero

GUIDA AL GIARDINAGGIO


LA COLTIVAZIONE DI PIANTE E FIORI

Introduzione: Come gli animali, le piante sono organismi complessi che, pur differenziandosi notevolmente fra di loro in una gamma infinita di forme, hanno tutte in comune alcune caratteristiche fondamentali: nascono, si sviluppano, si riproducono e terminano il loro ciclo vitale con la morte. E in comune con tutti gli esseri viventi hanno anche certe necessita': hanno bisogno di un ambiente adatta dal punto di vista dello spazio e del clima, esigono una giusta quantita' di luce, devono nutrirsi e bere. Con un minimo di impegno e' possibile ottenere ottimi risultati ma, al momento dell'acquisto, e' importante scegliere piante che siano adatte all'ambiente climatico al quale sono destinate ed al grado di impegno  con cui possono essere curate.

Rapporto di equilibrio: Luce, calore, acqua, umidita' atmosfera e nutrimento: questi sono gli elementi primari che condizionano la vita delle piante. Esiste un rapporto che, pur variando nelle proporzioni, e' aderente alle necessita' di tutte le piante, salvo qualche rara eccezione. Infatti, se alle piante diminuisce la disponibilita' di luce, diminuisce anche il loro fabbisogno di calore, acqua, umidita' atmosferica e nutrimento; se invece aumenta la temperatura, aumento anche la necessita' di luce, di acqua, di umidita' e di nutrimento. Modificando quindi il valore di uno qualsiasi degli elementi sopra citati, anche tutti gli altri devono subire la stessa variazione.

Il terriccio: Il substrato e' l'ambiente dove le piante affondano le radici per ancorarsi e per assorbire la maggior parte dell'acqua e degli elementi nutritivi. Un buon terreno in generale non deve essere ne troppo compatto ne troppo soffice, deve contenere una buona quantita' di sostanze organiche, cioe' di residui ben decomposti di letame, foglie ecc. Deve inoltre essere abbastanza friabile, non formare crosta in superficie in modo da permettere all'aria di penetrare sino alle radici.

La luce: La luce e' essenziale e determinante per la vita delle piante: Essa presiede ad una funzione vitale, la fotosintesi clorofilliana, per mezzo della quale l'anidride carbonica e i sali minerali vengono trasformati in sostanze nutritive e quindi energia e tessuto di accrescimento. Se non c'e' luce, o se e' insufficiente, la funzione clorofilliana si blocca e in breve tempo la pianta deperisce fino a morire. Le piante esposte ad una luce scarsa rispetto alle loro esigenze si trasformano lentamente: il fusto si allunga, le foglie crescono piu' rade, piccole e deboli con lunghi gambi e il loro colore impallidisce. Ma attenzione: i raggi diretti del sole sulle piante da appartamento fanno piu' male che bene, poiche' le foglie induriscono, il fusto si sviluppa scarsamente e si possono anche produrre scottature che causano macchie sulle foglie.

Temperatura dell'ambiente: La temperatura ha un'influenza fondamentale sull'accrescimento e lo sviluppo delle piante. Tenendo in appartamento le piante, considerando che quasi tutte sono originarie di regioni tropicali, esse esigono temperature miti, comprese fra i 15  e i 30 gradi. In ambienti piu' caldi o piu' freddi, lo sviluppo e le funzioni vitali vengono progressivamente rallentate fino a fermarsi del tutto.

L'aspetto estetico: Una pianta in buona salute ha sempre un grande effetto ornamentale, sia all'esterno in giardini, balconi e terrazzi, sia all'interno di appartamenti, che con qualche piccolo accorgimento e' possibile esaltare. Le piante a foglia lucida (es. Filodendro, Ficus, Dieffenbachia, Dracena, ecc.) nei nostri appartamenti si coprono in breve tempo di una patina di polvere che le rende opache. Sarebbe necessario quindi spolverarle spesso con un straccio inumidito anche per favorire l'assorbimento di tutta la luce disponibile.

Le risorse proposte in questo sito sono state trovate nel web. Se rilevate delle violazioni segnalate i files incriminati e verranno subito rimossi.
Torna ai contenuti